Vogliamo che ci sia ancora un domani – le proposte delle associazioni

10 Aprile 2024

Si è svolta a Roma lo scorso venerdì 5 aprile la conferenza stampa Vogliamo che ci sia ancora un domani convocata da 23 sigle del settore cinematografico e audiovisivo per raccontare il settore fuori dalle distorsioni e per presentare le proprie proposte a favore di una crescita omogenea del settore, a supporto anche delle realtà più piccole e contro il concentrarsi di diritti e prodotti negli stessi operatori.

 

La conferenza ha visto una numerosissima affluenza di professioniste e professionisti così come la presenza di studenti, che hanno riempito ben cinque sale del cinema Adriano. Si parla di 1.500 presenze.

 

Con il supporto della presentazione disponibile qui e nei siti delle associazioni promotrici, dop l ‘introduzione della sceneggiatrice Viola Rispoli che attraverso la metafora dell’iceberg ha ricordato che il lavoro emerso è solo la punta visibile, retribuita, premiata di un corpo vasto ma non supportato,  hanno guidato la disamina del settore e delle proposte Simonetta Amenta (Presidente, AGICI), Carlotta Ca’ Zorzi (Ufficio Legale, Fandango) e Andrea Occhipinti (Presidente, Lucky Red).

 

A proposito del tanto discusso tax credit, le richieste sono:

 

CERTEZZA delle RISORSE, delle REGOLE e delle TEMPISTICHE

 

REINTRODUZIONE di ESCALATOR e di CAP per opera e per gruppi di imprese

 

TUTELA della produzine INDIPENDENTE e in particolare delle PMI

 

VALORIZZAZIONE e MANTENIMENTO in capo ai produttori INDIPENDENTI della PROPRIETÀ INTELLETTUALE e di QUOTE di DIRITTI

 

REINTRODUZIONE per le DISTRIBUZIONE di ALIQUOTE differenziate tra indipendenti e non

 

TRASPARENZA sugli INVESTIMENTI degli operatori SMAV per le opere cinematografiche e audiovisive che hanno beneficiato di contributi publici.

 

da sinistra a destra: Carlotta Ca’ Zorzi, Simonetta Amenta, Andrea Occhipinti.

 

Le altre richieste riguardano i contributi automatici, i selettivi, gli adempimenti amministrativi, l’internazionalizzazione, la regolamentazione dei diritti di sfruttamento, il supporto all’animazione italiana.

 

Sono inoltre intervenute/i:

 

Vittoria Puccini e Jacopo Olmo Antinori per UNITA

 

Francesca Tozzi per WGI e Marco Bellocchio.

 

Dalla sala principale hanno portato il loro contributo:

 

Luca Ricciardi, Elena Tenga, Lampo Calenda, Luigi Lonigro, Mia Benedetta, Gianluca Curti, Gaetano Blandini, Patrizia Fregonese, Simone Gattoni, Giulia Sablone, Ilaria Cascardo, Giovanni Parisi, Francesca Cima, Riccardo Russo, Benedetto Habib e la studente Marta Vaselli.

 

Qui il racconto degli interventi principali, a cura di Pedro Armocida per Box Office.

 

 

Vogliamo che ci sia ancora un domani è stato promosso da:

 

100 AUTORI (Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva), ACMF (Associazione Compositori Musica per Film), AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), Agenti Spettacolo Associati, AGICI (Associazione Generale Industrie Cine-Audiovisive Indipendenti), AIR3 (Associazione Italiana Registi), AMC (Associazione Montaggio Cinematografico e Televisivo), ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici), ANICA – Unione Esportatori Internazionali Unefa, ANICA – Unione Produttori, APA (Associazione Produttori Audiovisivi), APAI (Associazione del personale di produzione dell’audiovisivo italiano), Autori italiani Cinematografia, A.S.C. (Associazione Scenografi, Costumisti e Arredatori), ASIFA (Associazione Italiana Film d’Animazione), CARTOON Italia, Collettivo Chiaroscuro, CNA – Artigiani Imprenditori d’Italia | Cinema e Audiovisivo), DOC.IT (Associazione Documentaristi Italiani), LARA (Libera Associazione Rappresentanti di Artisti), RAAI (Registro Attrici Attori), UNITA – Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo , WGI – Writers Guild Italia.

 

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su info@wiftmitalia.it