Un altro racconto è possibile!

28 Ottobre 2022

In occasione della Giornata internazionale delle bambine (11 ottobre) si è tenuto a Roma il 14 e 15 ottobre  il convegno Skills for Life. Idee per l’empowerment delle ragazze dalla scuola al lavoro organizzato da Room to Read, organizzazione attiva in tutto il mondo nell’empowerment delle ragazze e delle bambine.

 

WIFTMI ha partecipato al talk Un altro racconto è possibile!, al quale sono intervenute Cristina Biasini, autrice e sceneggiatrice, Room to Read Italia, Astrid De Berardinis,  Vice Presidente,  WIFTM Italia, Renata Gorgani,  Editrice Il Castoro e Riccardo Riande,  fotografo e videomaker. Ha moderato Lucina Di Meco, Vice Presidente, Room to Read.

 

Obiettivo del convegno era non solo evidenziare il permanente gender gap, ma anche e soprattutto pensare a come condividere idee e buone pratiche per creare opportunità educative per aumentare le prospettive di successo delle giovani donne nel lavoro e nella vita, con uno sguardo rivolto in particolare al’empowerment delle ragazze del Sud Italia. 

 

Durante il talk Un altro racconto è possibile! Renata Gorgani ha raccontato il progetto del Castoro che prevede la pubblicazione delle prime tre graphic novel dedicate alle storie di tre giovani donne italiane nate al Sud che, dopo aver vissuto esperienze di crescita personale e professionale in luoghi e paesi differenti da quello di origine, scelgono di tornare nelle loro rispettive città e di rimettere in circolo proprio lì il bagaglio di competenze acquisite. Tre storie vere, per permettere l’identificazione delle ragazze e stimolarle ad immaginarsi capaci di creare e nutrire nuove realtà professionali. 

 

La nostra socia Cristina Biasini, insieme al fotografo e videomaker Riccardo Riande, hanno raccontato la genesi e realizzazione del primo progetto realizzato per Room to Read di photo novel, progetto intitolato Il Filo che ci unisce. Si tratta di come strumento didattico pensato da Cristina Biasini come incontro tra il genere popolare del fotoromanzo e quello più recente delle graphic novel il cui obiettivo è fornire alle ragazze la possibilità di acquisire competenze indispensabili alla realizzazione sia personale che professionale, come l’autoconsapevolezza, l’autoefficacia, la consapevolezza sociale. Oltre a questo, la storia offre anche un esempio chiaro di come si possa lavorare ad un progetto di business mettendo a frutto queste competenze ed utilizzando uno strumento quale il Business Model Canvas.

 

La nostra Vice Presidente, Astrid de Berardinis, ha contestualizzato questi esempi virtuosi di ricerca di nuovi linguaggi editoriali parlando del ruolo che l’esperienza esperienza estetica ha nel formare e trasformare le rappresentazioni di sé e quindi nel modificare i preconcetti. Riferendosi alle neuroscienze e agli studi più recenti sulla plasticità del nostro cervello, ha evidenziato come, proprio in adolescenza si noti il picco di sviluppo delle aree associative del nostro cervello. E’ nella fascia 11-16 anni che si forma una mappa del mondo e del proprio potenziale ed è quindi critico lavorare su queste fascia per aumentare l’immaginario proposto, offrendo alle giovani ed ai giovani un reale empowerment ed un grado di libertà di scelta maggiore per il proprio futuro.

 

In questo Women In Film, Television and Media Italia è attiva sia per cambiare ed ampliare la narrazione, sia con programmi ed interventi di formazione e mentoring rivolti alle ragazze ed alle giovani professioniste.

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su info@wiftmitalia.it