Storie dal WIFTI SUMMIT 2023
in Helsinki

4 Dicembre 2023

UN RACCONTO UN PRIMA PERSONA.

 

PER VEDERE I PANEL QUI.

 

Che bel fine settimana abbiamo trascorso! Grazie ancora a tutti coloro che hanno organizzato, ospitato, pianificato e prodotto l’evento! Kitos!

 

La maggior parte di noi è arrivata a Helsinki il venerdì e ci siamo riuniti per la prima volta a cena a Hanaholmen il venerdì sera. È stata una grande gioia rivedere volti familiari, soprattutto perché la maggior parte di noi non aveva viaggiato molto negli ultimi anni.

 

Il sabato è stato ricco di sessioni e discussioni!

 

Abbiamo appreso lo stato attuale dell’uguaglianza di genere da ricercatori, professori e professionisti provenienti da Australia, Austria, Irlanda, Polonia e Finlandia.

 

Abbiamo discusso del cambiamento – cosa è cambiato, chi è responsabile del cambiamento, cosa significa cambiamento? La regista Katja Gauriloff (Skolt Sámi, Finlandia), la regista Fawzia Mirza (Stati Uniti/Canada), il montatore Theo Lindberg (Svezia) in conversazione con Victoria Thomas (Regno Unito). (nella foto)

 

Liselott Forsman del Nordic Film & TV Fund ha parlato dell’impatto dell’IA.

 

Laura Allen Muller di WIFT Danimarca ci ha parlato della loro campagna “A BIGGER PICTURE” che mira a migliorare la rappresentazione delle minoranze nel cinema e nella televisione danesi.

 

Andria Wilson Mirza di WIF di Los Angeles ci ha illustrato come la ReFrame Initiative (una collaborazione tra il WIF di Los Angeles e il Sundance Institute) progetta e conduce programmi di cambiamento sistemico a Hollywood e come sviluppa partnership con i principali leader e aziende del settore. Nell’ambito della ReFrame Initiative stanno lanciando ReFrame ReSource, un hub online di strumenti per il cambiamento culturale e di best practice creato in collaborazione con oltre 50 organizzazioni di advocacy, che copre argomenti che vanno dall’equità nello sviluppo, alla produzione, alle assunzioni, allo sviluppo del pubblico.

 

Eeva-Sofia Anttonen di WIFT Finlandia ha presentato uno strumento digitale chiamato The Equality Tool for the AV-industry per aiutare gli operatori del settore a intraprendere azioni concrete per migliorare l’uguaglianza e rispettare la legislazione sulla diversità. Lo stanno lanciando proprio in questi giorni e sarà presto disponibile in svedese!

 

Brigitte Monneau, Canada, ha parlato delle donne come strumento di specializzazione. Domizia De Rosa, Italia, ci ha parlato delle regole di comportamento etico nel settore audiovisivo. Abbiamo sentito parlare di WIFT TECH da Alejandra FC Zarazua, Svezia.

 

La CEO di WIF, Kirsten Schaffer, WIF LA, ha condiviso la celebrazione del 50° anniversario di WIF LA con storie su come è stata costruita la comunità 50 anni fa, su come appare il cambiamento oggi e su cosa c’è da fare per WIF e il movimento.

 

La sera si è tenuta una cena di celebrazione per i 50 anni del WIF LA. Helene Granqvist ha anche consegnato il nuovo premio WIFTI PEACE AWARD  a Anne Lajla Utsi del Sámi Film Institute.

 

Il Premio WIFTI per la pace premia gli sforzi compiuti per abbracciare la pace, anche quando si vivono tensioni, disagi e sfide storiche. Il premio onora l’arte della narrazione e il processo di costruzione di relazioni costruttive.

 

Poi c’è stato il ballo e, oh, abbiamo ballato…

 

La domenica è stata altrettanto ricca di eventi!

 

La mattina è iniziata con “Voices from the indigenous North”.

 

Abbiamo ascoltato Pauliina Feodoroff su come reimparare la comunicazione con la natura, Anne-Lajla Utsi (Sámi Film Institute) ha raccontato come tre dei quattro film della loro lista siano stati presentati in anteprima al Toronto International Film Festival, Victoria Thomas (Regno Unito) e Grace Maharaj (Svezia) hanno parlato di leadership e di equità economica nel contesto europeo dei media e dell’intrattenimento. La dott.ssa Deborah Jermyn, la prof.ssa Bernadette Luciano e la dott.ssa Susan Liddy hanno parlato di inclusività con particolare attenzione al tema dell’età.

 

In seguito c’è stata l’opportunità di visitare diverse sale con diverse discussioni – argomenti che spaziavano da: come gestire un capitolo di successo, linguaggio inclusivo di genere e nomi dei capitoli, programmi di benchmarking: mentoring, upskilling, advocacy, sostenibilità, esperienza sull’ageismo e come superarlo, l’imperativo e l’impossibilità di gestire la diversità, gilde globali e gruppi di pari.

 

Domizia De Rosa, Italia, Elina Knihtilä, Finlandia, Norma Jean Straw, Fondazione Bill & Melinda Gates, USA, Kirsten Schaffer, WIF LA hanno partecipato a un panel intitolato “Culture Wars”, che ha affrontato il tema dei governi di destra di tutto il mondo che usano la cultura (compresi film, TV, media) per portare avanti programmi repressivi.

 

Hollywood, Bollywood e Nollywood sono le tre maggiori regioni produttrici di film e televisione al mondo, ma non in quest’ordine. Sapete chi produce più film? Guneet Monga Kapoor, India, Fawzia Mirza, Stati Uniti/Canada, Victoria Thomas, Regno Unito, ci hanno insegnato che Nollywood e Bollywood non sono termini utilizzati dalle rispettive industrie e che d’ora in poi dovremmo tutti chiamarle per quello che sono: l’industria cinematografica nigeriana e quella indiana.

 

Abbiamo parlato dei prossimi passi della WIFTI e abbiamo ascoltato le sintesi di tutti gli incontri dei gruppi paralleli che si sono svolti all’inizio della giornata.

 

Nel pomeriggio, c’è stata la cerimonia del cambio di guardia: Helene Granqvist ha lasciato la carica di presidente della WIFTI e la dottoressa Susan Liddy ha preso il comando. Molte risate, lacrime e molti, molti abbracci…

 

Tra una sessione e l’altra c’è stato tempo per chiacchierare, fare saune, tuffi nell’oceano o in piscina (o in entrambi, per alcuni) e tutto sommato è stato un fine settimana pieno di comunità, amore, rispetto e semplicemente incredibile condividere una stanza con persone provenienti da sei continenti diversi e sentire che stiamo tutti lavorando per lo stesso obiettivo.

 

Un mondo migliore.

 

Theo Lindberg

WIFT TRANS/WIFT SWEDEN

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su info@wiftmitalia.it