ProducHER. Le produttrici nel cinema italiano –
Parma, 06.04.2024

10 Aprile 2024

Il 6 aprile abbiamo partecipato all’incontro ProducHER. Le produttrici nel cinema italiano nell’ambito della mostra FilmmakHER, curata da Michele Belmessieri, Vanessa Mangiavacca, Giorgia Pinotti per l’associazione 24FPS di Parma.

 

Sono intervenute Domizia De Rosa, Presidente WIFTMI e Serena Gramizzi, Bo Film, con la moderazione di Vanessa Mangiavacca.

 

A proposito dell’incontro dice Domizia De Rosa:

 

“Come WIFTMI, siamo molto felici di sostenere e partecipare per il secondo anno a FilmmakHER, la mostra che attraverso gli sguardi di 8 illustratrici ci restituisce i mondi complessi di 24 cineaste internazionali. Questo incontro di mondi visivi ci invita e ci permette la scoperta o riscoperta di registe ed opere importanti, riconfermando la necessità di riscrivere libri di testo e abitudini.

 

Che questo appuntamento abbia luogo a Parma è per noi un valore aggiunto, perché riteniamo fondamentale condividere la nostra esperienza in maniera capillare e con la dichiarata intenzione di tessere una rete attraverso città e realtà diverse che parli a chi è specialista e che sia di arricchimento a chi partecipa perché impegnato/a su temi comuni o anche per semplice curiosità.

 

Oltre alle opere esposte alla Galleria Bianca del Cubo – Contenitore creativo, davvero affascinanti, quest’anno c’è stata la bella scoperta del Centro Cinema Lino Ventura e di FilmmakHER Toschi, la mostra delle opere realizzate dalle/dagli studenti della 5A Grafica del Liceo Artistico Toschi e narrate nei pannelli esplicativi dalle/dagli studenti della 5A Audiovisivo.

 

Non potevamo essere più a nostro agio che tra le opere esposte e gli archivi del Centro Cinema nel nostro dialogo su che cosa sia il lavoro di una produttrice, di un produttore indipendente di documentari. Le sfide, il coraggio, la fatica, talvolta l’incoscienza che ci permettono poi come spettatrici e spettatori di accedere a storie spesso sorprendenti devono essere raccontati così come si deve guardare agli strumenti normativi e alla struttura del sistema audiovisivo per interrogarci e interrogarlo sulla sostenibilità di questa professione e su come tutelarla.

 

Il fatto noto che la presenza femminile sia maggiore nel documentario ci parla di uno sguardo femminile molto attento al reale ma anche di budget bassi, di  limitata circolazione e di potenziale segregazione nel genere per chi voglia muoversi anche in altri ambiti.

 

Ringrazio Serena Gramizzi per aver condiviso con grande chiarezza e profondità la sua scelta di usare la propria voce e di amplificare quella di chi non ha accesso o non viene ascoltata/o”.

 

Serena Gramizzi è la vincitrice del Doc/it Women Award 2023 con il progetto di serie Il processo di Bologna. (qui la storia)

 

Durante l’incontro si è parlato inoltre di La maleta de Francisca, il documentario dedicato all’artista cilena Francisca Yañez in corso di realizzazione. A salutare il pubblico in sala erano presenti la regista Carmela Silva e il regista Daniel Henríquez.

 

Per sapere di più sulla mostra qui e qui.

 

La  locandina dell’evento

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su info@wiftmitalia.it