Formare gli sguardi
con Chiara Bellosi e
l’IIS Fermi Polo Montale

29 Aprile 2023

Si è tenuto il 21 aprile scorso il terzo appuntamento in sala con il programma Formare gli sguardi –  educazione al linguaggio audiovisivo e cinematografico attraverso le lenti dell’inclusività ideato dall’Istituto di Scuola Superiore Secondaria Fermi-Polo-Montale in collaborazione con WIFTMI.

 

Nella storica sala del Cinema Olimpia di Bordighera gli/le studenti hanno potuto assistere alla proiezione del film Calcinculo diretto da Chiara Bellosi.

 

A seguire il dialogo con la regista presente in sala è stato animato dalle referenti del progetto Prof.ssa Ambra Saitta, la Prof.ssa Romana Andò e Federica Nicchiarelli, Responsabile Area Formazione WIFTM Italia.

 

Abbiamo chiesto alla Prof.ssa Romana Andò, Responsabile Scientifica del progetto di raccontarci come è andata:

 

“Tra le proiezioni proposte per il progetto Formare gli sguardi, Calcinculo di Chiara Bellosi è certamente quella che ha mosso di più gli animi (e i commenti rumorosi) delle studentesse e degli studenti dell’IIS Fermi Polo Montale di Ventimiglia.

 

La vicinanza con molte delle tematiche trattate e, più in generale, la ricerca di un posto nel mondo che accomuna tanto le protagoniste del film quanto gli adolescenti di oggi sono state oggetto di riflessione, presa di distanza corale, ma anche empatia e capacità di appropriazione simbolica.

 

La presenza di Chiara Bellosi ha completato il quadro, conferendo alla mattinata una dimensione di intensità e di scambio emozionale davvero significativo.

 

La regista ha raccontato come è nato il progetto a partire da un soggetto di Lucia Giovenali e Maria Teresa Venditti; e come, piano piano, Benedetta e Amanda sono diventate anche sue. Specularmente a come sono diventate nostre, mentre guardavamo il film e mentre provavamo a fare congetture, a interpretare scene e momenti, a immaginare quei mondi del “come se” in cui Benedetta e Amanda potessero essere più libere da stereotipi, giudizi, aspettative.

 

Come nelle bellissime e struggenti scene del ballo che attraversano il film e sembrano quasi un filo rosso che collega i personaggi e le loro storie.

 

Dico ‘sembrano’ perché come ha ricordato Chiara Bellosi, ogni significato attribuito al film è valido, ogni interpretazione, ogni presa in carico delle emozioni sono vere tanto quanto quelle che nel film sono state riversate da regista, autori e sceneggiature.

 

Chiara Bellosi, come ha sottolineato Federica Nicchiarelli, è una regista in ascolto. Curiosa e generosa ci ha fatto dono del suo film, del dietro le quinte e del confronto con i pubblici. Ci ha parlato del suo sguardo e ha voluto conoscere quello di studenti e studentesse.

Un meraviglioso confronto da cui siamo usciti e uscite arricchiti e arricchite”.

 

Grazie a Chiara Bellosi che ha dato il potere al suo pubblico con la frase “Guardate che la mia è solo una delle tante possibili interpretazioni. Non è più valida delle vostre” e al pubblico partecipe, che si porta a casa la propria interpretazione e altri sguardi sul proprio quotidiano.

 

‘Calcinculo’ racconta la storia di Benedetta (Gaia Di Pietro), una 15enne che sa come ci si sente quando la vita si trasforma in un calcinculo, dove ricevi dei colpi, ma ti sembra anche di volare. Alla giovane accade dopo l’incontro con Amanda (Andrea Carpenzano), che la porta con sé nel suo mondo sregolato.

heart SOSTIENI WIFTM

ASSOCIATI/RINNOVA

Supporta le nostre attività iscrivendoti o rinnovando l'iscrizione all’associazione. L’affiliazione è aperta a tutte le professioniste e i professionisti operanti nel mondo del Cinema, della TV e dei Media italiani.

SOSTIENICI

Se vuoi sostenere l’associazione e le sue attività, prosegui per effettuare una donazione libera.

Per sapere di più sull’associazione, contattaci su info@wiftmitalia.it